Marble Surface

mulsa news

Tutte le ultime novità sugli allestimenti e le attività del Museo

Il mulsa ha riaperto al pubblico!
per calendario e modalità clicca qui

Primi visitatori 2021
Primi visitatori 2021

9 maggio 2021

press to zoom
Primi visitatori 2021
Primi visitatori 2021

9 maggio 2021

press to zoom
All'origine il fuoco
All'origine il fuoco

Particolare del nuovo allestimento della Sala del Neolitico

press to zoom
Primi visitatori 2021
Primi visitatori 2021

9 maggio 2021

press to zoom

MULSA clip: Il fabbro maniscalco e il sellaio
videoclip per scoprire ogni angolo del museo

CONCLUSI I LAVORI DEI NUOVI ALLESTIMENTI 2020

Riallestite le sale del Neolitico e del Medioevo, rinnovata la sala Triangolare per esposizioni temporanee

L'Agricoltura del Medioevo
L'Agricoltura del Medioevo

Pannello sulle “eredità urbane del Medioevo”

press to zoom
L'Agricoltura del Medioevo
L'Agricoltura del Medioevo

Foraggicoltura, allevamento, caccia e pesca

press to zoom
Sala Triangolare
Sala Triangolare

Spazio per esposizioni temporanee

press to zoom
L'Agricoltura del Medioevo
L'Agricoltura del Medioevo

Pannello sulle “eredità urbane del Medioevo”

press to zoom
1/6

Sala di ingresso del Museo: inserite due vetrinette per l’esposizione di libri; collocazione di un nuovo pannello bianco ove sarà esposta documentazione relativa al Museo.


Sala del Neolitico: rifatta la cartellonistica e le relative didascalie (in particolare si sono rifatte le copie delle incisioni rupestri camune e sono stati redatti i nuovi testi d’inquadramento delle sale in lingua italiana e inglese. Realizzato un nuovo diorama del fuoco simbolo della proto-agricoltura.


Sala Triangolare: posizionamento di pannelli in laminato bianco idonei a ospitare materiale descrittivo delle attività del Museo e ad accogliere esposizioni temporanee.


Sale dell’Agricoltura Medievale: posizionamento di pannelli in laminato bianco, rifacimento delle copie di affreschi e miniature medioevali (miniature dai Tacuina sanitatis della Biblioteca Casanatense, affreschi del castello di Issogne e affreschi della Torre dell'Aquila nel Castello del Buonconsiglio a Trento), stesura dei nuovi testi d’inquadramento delle sale in lingua italiana e inglese e collocazione di oggetti originali di epoche più recenti e che consentono al visitatore di fare collegamenti rispetto a quanto si coglie nelle figure esposte. Le sale dedicate al medioevo sono state completamente ripensate in modo da offrire una adeguata consequenzialità temporale e di efficacia descrittiva delle attività agricolo-forestali (sfruttamento del bosco, bonifica e messa a coltura di nuove terre; cerealicoltura, orticoltura, frutticoltura, viticoltura, foraggi coltura, allevamento del bestiame), delle attività di trasformazione dei prodotti (caseificazione, lavorazione delle carni, tessitura ecc.) e delle botteghe caratteristiche dei borghi medioevali.

Venerdì 9 aprile 2021 a partire dalle ore 14.30 si svolgerà in modalità "streaming" il Convegno sul tema Invasi artificiali e agricoltura Giornata di studio in memoria dell'ing. Angelo Omodeo (1876-1941) organizzato da Società Agraria di Lombardia insieme a Museo Lombardo di Storia dell'Agricoltura e DISAA dell'Università degli Studi di Milano e in collaborazione con sezione Nord-Ovest dell'Accademia dei Georgofili.

Il programma dell'evento è disponibile al link
Chi intendesse iscriversi è pregato di inviare un messaggio alla segreteria organizzativa (info@agrarialombardia.it) mettendo in oggetto "convegno Angelo Omodeo" e indicando nome, cognome, indirizzo email ed eventuale ente di appartenenza.

Scena di aratura.jpg
L'amico del Mulsa Luciano Süss ha donato la riproduzione per calco dell'incisione rupestre della Valcamonica (località Seradina) che rappresenta una scena d’aratura con aratro a trazione equina seguito da zappatori che affinano il letto di semina (700-600 a.C.).
Proiettore storico.jpg
L'amico del Mulsa Gianni Omodeo ha donato un proiettore di diapositive degli anni '30, con una serie di lastre in vetro relative al lago Omodeo in Sardegna. Il proiettore appartenuto al nonno di Gianni, l'Ingegner Angelo Omodeo (1876-1941), illustre progettista di dighe, da cui il lago Omodeo prende nome, sarà esposto nella sezione agrimensura e disegno tecnico del Museo.
Rimesso in funzione il Mulino leonardesco dall'amico del Mulsa Mario Cipolla